Carte Bancomat: Caratteristiche e Funzionamento!

0
56
carte bancomat come funzionano

Le carte Bancomat rappresentano degli strumenti finanziari molto importanti per gestire le tue risorse economiche.

Sono conosciute anche comunemente con il nome di carte di debito Bancomat.

In realtà da questo punto di vista dobbiamo fare una precisazione, perché esattamente con Bancomat si indica più che altro il circuito per il prelievo di contanti dagli sportelli ATM.

Quindi il termine carte Bancomat necessita via via di alcune distinzioni molto importanti, anche per comprendere fino in fondo quali utilità abbiano questi prodotti e quali funzioni permettono di portare avanti, anche nel caso in cui si tratti di carte Bancomat contactless.

Abbiamo deciso di proporti una guida che vuole spiegarti in maniera dettagliata tutte le informazioni che riguardano le carte Bancomat, per saperne di più, se sei interessato ad ottenere uno strumento versatile e flessibile che ti aiuta a gestire in maniera efficiente il tuo conto.

Sei pronto per cominciare?

Andiamo al dunque!

Che cosa sono queste carte

Le carte Bancomat o carte di debito sono uno strumento di pagamento, come possono esserlo anche le carte di credito.

In ogni caso dobbiamo stabilire che ci sono delle differenze esatte tra carta di debito e carta di credito. (QUI ti spieghiamo quali sono le differenze)

Per esempio, rispetto alle carte di credito, le carte Bancomat implicano un immediato addebito delle cifre spese sul conto corrente.

Tra l’altro in generale le carte di credito sono molto diffuse e molti ne conoscono il funzionamento.

Qualche incertezza continua però a permanere quando si sente parlare di carte di debito.

Anche il fatto stesso di chiamarle spesso erroneamente Bancomat può creare delle confusioni.

Bancomat, come abbiamo specificato già in premessa, indica soltanto uno dei circuiti, al pari degli altri, come Maestro e V-Pay, l’uno gestito da Mastercard e l’altro da Visa.

Le caratteristiche delle carte

Le carte di debito sono degli strumenti di pagamento collegati ad un conto corrente, ma possono essere collegate anche ad un credito precaricato.

In quest’ultimo caso tuttavia, più che parlare di carte Bancomat, sempre per operare una giusta differenziazione, si dovrebbe fare riferimento più che altro ad una carta prepagata ricaricabile.

La carta di debito come caratteristica principale non ha la possibilità di permettere al titolare di effettuare pagamenti a rate, infatti le spese sono addebitate immediatamente nel momento in cui si compiono direttamente sul conto.

Per cosa si possono usare

Sono molte le operazioni che permettono di effettuare le carte Bancomat.

Per esempio dobbiamo ricordare quelle che si possono compiere agli sportelli automatici.

Facendo riferimento a questi strumenti, puoi prelevare denaro, puoi consultare il saldo o l’estratto conto, puoi fare versamenti di denaro o di assegni e puoi pagare diverse bollette, come quelle che si riferiscono alle utenze domestiche.

Inoltre puoi utilizzarle per ricaricare il cellulare o le carte prepagate.

Puoi utilizzare le carte Bancomat anche per fare pagamenti online.

In questo caso devi digitare il codice PIN e poi devi inserire un particolare codice di sicurezza, chiamato CVV2. Si tratta delle ultime tre cifre presenti sul retro della carta.

La differenza con le carte di credito

Ma quali sono le differenze tra le carte Bancomat e le carte di credito?

Con la carta di credito hai la possibilità di far passare un certo tempo tra il momento dell’acquisto e quello del pagamento effettivo.

Quindi per esempio, in base alla carta che hai scelto, se si tratta di una carta di credito a saldo puoi posticipare il pagamento entro la metà del mese successivo oppure se hai una carta revolving puoi scegliere di pagare a rate.

Queste operazioni non sono invece possibili con le carte Bancomat.

Inoltre devi sempre tenere sotto controllo il tuo conto, perché se non restituisci la somma che hai speso e ti trovi scoperto al momento del pagamento, la banca che ha emesso la carta può anche decidere di segnalarti come cattivo pagatore alla centrale rischi.

Quest’ultima è una banca dati pubblica, la cui gestione va alla Banca d’Italia, a cui gli istituti di credito di solito si rivolgono, per decidere se concedere un finanziamento oppure no, in base alla tua storia finanziaria.

Quindi ti raccomandiamo di evitare spiacevoli situazioni di questo tipo, per non ritrovarti in difficoltà se, nel tempo, hai bisogno di richiedere un prestito.

Come bloccare una carta Bancomat

Parliamo adesso del blocco carte Bancomat, un’altra questione che i clienti in possesso di questi prodotti finanziari sentono particolarmente importante.

Ricordati sempre che il blocco della carta può essere molto utile nell’agire con tempestività soprattutto in caso di furto, di smarrimento o di una sospetta clonazione della carta.

Per esempio ti puoi accorgere in questo senso anche se noti dei movimenti incerti sul tuo estratto conto.

Devi agire in maniera veloce, perché altrimenti corri il rischio di avere delle perdite economiche notevoli.

Ecco cosa devi fare.

Innanzitutto devi contattare il numero verde apposito che la tua banca ha predisposto.

Generalmente si tratta di servizi che agiscono in maniera molto veloce, anche perché sono disponibili 24 ore su 24.

Contattando la tua banca puoi ottenere il blocco della carta entro pochi minuti.

Nel caso in cui la carta di debito sia stata oggetto di un furto o di uno smarrimento, è molto importante sporgere denuncia recandoti alla Polizia e inviando poi alla banca una copia della denuncia via fax, e-mail o meglio ancora tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Ti consigliamo naturalmente di non tenere mai il codice PIN vicino alla carta, perché in questo modo, senza possedere il codice di sicurezza, terze persone non autorizzate non possono accedere al tuo conto.

Le carte accettate in America

Spesso per viaggio si può avere la necessità di carte Bancomat che possano essere accettate anche in altri Stati.

È il caso per esempio delle carte Bancomat accettate in America.

A questo proposito vogliamo darti dei consigli dettagliati.

Se devi andare negli Stati Uniti e hai dei dubbi nel sapere se la tua carta di debito funzioni e ti consenta di prelevare presso gli ATM, devi controllare il tuo circuito di riferimento.

Se si tratta soltanto di PagoBancomat, non potrai usare la tua carta negli Stati Uniti, né per effettuare prelievi né per fare pagamenti.

La condizione essenziale per poterla usare in America è il fatto di essere associata ad un circuito internazionale.

Per esempio puoi chiedere informazioni a questo proposito anche alla tua banca.

Le carte di debito Mastercard, come per esempio quelle associate al conto BancoPosta, si possono utilizzare in tutti gli Stati degli Stati Uniti.

In generale invece qualche incertezza esiste per le carte Maestro, che non vengono accettate in tutti gli Stati.

Invece anche le carte prepagate Mastercard e Visa Electron funzionano sempre negli Stati Uniti.

Molto importanti sono anche le carte di debito V-Pay, che sono associate al conto corrente Arancio.

Queste possono essere utilizzate in tutto il mondo, se hai attivato l’opzione Mondo.

Alcuni si chiedono se il BancoPosta funzioni negli Stati Uniti.

La risposta da questo punto di vista è affermativa, perché, anche se si tratta di una carta del circuito postale, BancoPosta è associata a Mastercard, quindi puoi utilizzarla anche in America per pagare o per prelevare.

Devi stare soltanto attento a quando in Italia le Poste sono chiuse, perché il prelievo potrebbe non riuscire in quel momento.

Le migliori carte del momento

Quali sono le migliori carte Bancomat che puoi utilizzare per le tue esigenze?

Vogliamo segnalartene alcune, che potrebbero esserti utili, in modo da darti una panoramica delle loro caratteristiche.

Te ne proponiamo in particolare due: carta CheBanca e carta Widiba.

Sono entrambe molto interessanti, perché hanno delle funzioni particolari che dovresti conoscere, per poter procedere ad una scelta consapevole.

Entrambe ti possono dare la possibilità di trovarti davvero bene nella gestione delle tue risorse finanziarie, in collegamento con il tuo conto corrente d’appoggio presso la banca che scegli anche per la gestione delle finanze online.

Carta CheBanca

Si tratta di una carta di debito che viene rilasciata dalla banca online CheBanca, che appartiene al gruppo Mediobanca.

Fa riferimento sia al circuito PagoBancomat che a Maestro.

Ecco quali sono i vantaggi che questa carta di debito può mettere a disposizione:

  • la carta CheBanca non prevede alcun canone annuale;
  • non sono previste commissioni per i pagamenti;
  • non sono previste commissioni per i prelievi sia in Italia che all’estero;
  • puoi arrivare a spendere fino a 1.500 euro con il circuito PagoBancomat.

Carta Widiba

Un’altra carta di debito che può fare al caso tuo e che sentiamo di consigliarti è carta Widiba, la banca online che appartiene al gruppo Montepaschi di Siena.

È una carta che fa riferimento sia al circuito PagoBancomat che a Maestro.

Ecco quali sono tutti i principali vantaggi da scoprire:

  • non ha alcun costo mensile;
  • puoi utilizzarla sia in Italia che all’estero;
  • per i prelievi da sportello automatico paghi una commissione soltanto se si tratta di prelievi sotto i 100 euro (la commissione è di 1 euro, indipendentemente dalla banca dell’ATM);
  • puoi personalizzare la carta a livello grafico scegliendo tra 34 stili;
  • puoi utilizzare la formula Maxi Prelievo, per prelevare fino a 1.550 euro in un giorno;
  • con il circuito Bancomat puoi spendere fino a 1.050 euro al giorno e 2.300 euro al mese.

TUTTE LE NOSTRE GUIDE: VAI QUI!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here