Carta Prepagata è Una Carta di Debito?

0
20
carta_prepagata_è_una_carta_di_debito

La carta prepagata è una carta di debito?

È questa la domanda che si pongono in molti che decidono di aprire un conto, al quale possa essere associata una carta.

Spesso è un argomento di cui si sente parlare, soprattutto per quanto riguarda le differenze tra i vari tipi di carte.

Quindi molti si chiedono se la carta prepagata è una carta di debito oppure, al contrario, la domanda che si pongono è, più in generale, qual è la natura della carta da considerare.

Per esempio un’altra domanda che potrebbe sorgere spontanea è quella relativa al fatto se la carta prepagata è una carta di credito.

Insomma non è molto facile, specialmente per chi possiede poche informazioni ed è poco esperto del settore, orientarsi fra una miriade di differenze che possono generare confusione.


Scopri le 4 Migliori Carte di Credito del 2021

Vai a Selezione Carte di Credito


Ma cominciamo a fare chiarezza.

La carta prepagata è una carta di debito?

È proprio a questa domanda a cui vogliamo rispondere attraverso questa guida, chiarendo le differenze che esistono tra una carta prepagata e una carta di debito.

Le caratteristiche della carta prepagata

La prima peculiarità che dobbiamo mettere in evidenza, se vogliamo rispondere con precisione alla domanda se la carta prepagata è una carta di debito, riguarda il fatto che la carta prepagata è uno strumento di pagamento elettronico che è legato sicuramente ad un circuito di pagamento, ma rimane sicuramente slegato da un conto corrente.

Infatti la carta prepagata non è legata né ad un conto corrente aziendale né ad un conto che riguarda i privati.

La carta prepagata può essere molto utile in diverse occasioni, specialmente quando si tratta di fare acquisti online.

Infatti il nome stesso “prepagata” è molto chiaro sul suo utilizzo, perché indica esplicitamente una carta sulla quale si possono caricare delle somme di denaro che ci interessano.

Le tipologie di carte prepagate

Esistono diverse tipologie di carte prepagate.

Per esempio ci sono anche delle carte business che sono quelle di ultima generazione, alle quali può essere associato anche un IBAN.

In questo senso la prepagata può svolgere anche le funzioni caratteristiche di una carta collegata ad un conto corrente.

È chiaro che un professionista o un’azienda possono servirsene in maniera molto flessibile, anche perché una prepagata di solito è semplice da gestire.

Per certi versi, tuttavia, se hai bisogno di fare molte operazioni finanziarie, forse una semplice carta prepagata, invece che una tradizionale legata al conto corrente, potrebbe limitare il tuo raggio d’azione.

In generale possiamo distinguere le carte prepagate usa e getta, che hanno un plafond ben definito, che è fisso.

Dopo aver esaurito il credito disponibile, non possono essere più utilizzate.

Ci sono poi le carte prepagate ricaricabili che puoi ricaricare di volta in volta con la somma che preferisci, quando termina il credito.

Di solito queste carte non hanno delle limitazioni anche per quanto riguarda le somme che complessivamente puoi caricare in un determinato periodo di tempo.

Con le carte con il codice IBAN associato puoi fare anche diverse operazioni di tipo bancario, fra le più comuni, come per esempio i bonifici, e puoi scegliere di aver accreditati lo stipendio o la pensione.

Le caratteristiche fondamentali di una carta di debito

La carta di debito è quella che nel nostro Paese è definita come Bancomat ed è collegata generalmente ad un conto corrente.

In realtà non sarebbe appropriato definirla soltanto come Bancomat.

Questa denominazione è un retaggio del passato, perché per molto tempo l’unico gestore del circuito nazionale che si rifaceva al debito era la convenzione per la gestione del marchio Bancomat.

Oggi da questo punto di vista, per la gestione delle carte di debito a livello di circuito nazionale, abbiamo diversi punti di riferimento, come per esempio i circuiti Mastercard, Visa, Maestro e V-Pay.

La carta di debito è molto utile, perché può essere veramente utilizzabile in molti modi da parte dei professionisti, dei privati e delle aziende.

Con una carta di debito si possono fare bonifici, addebiti, prelievi da sportelli automatici.

Quindi la carta prepagata è una carta di debito?

È difficile, considerando le caratteristiche che fino ad ora abbiamo enumerato, poter identificare entrambi i prodotti in un unico strumento.

Ma andiamo ancora avanti e cerchiamo di rispondere in maniera più precisa alla domanda se una carta prepagata è una carta di debito, mettendo in luce le principali differenze fra i due strumenti bancari e fornendoti anche alcune informazioni utili anche come guida alla scelta di un prodotto rispetto ad un altro.

Le differenze tra la carta prepagata e la carta di debito

Come hai avuto modo di vedere sicuramente dalle caratteristiche che abbiamo descritto sulla carta prepagata e sulla carta di debito, puoi essere più consapevole se la carta prepagata è una carta di debito.

In linea generale possiamo dire che i due strumenti finanziari hanno delle caratteristiche in comune.

Soprattutto la carta prepagata con IBAN associato si avvicina in maniera molto simile alle funzionalità tipiche della carta di debito.

Sul piano concreto, comunque, riguardo alle operazioni che è possibile effettuare sia con l’uno che con l’altro strumento, non devi dimenticare che con la carta di debito hai maggiori opportunità.

Quindi per esempio se sei un professionista, un privato o se sei il titolare di un’azienda, il tuo business può essere gestito in maniera più flessibile e più ampia con una carta di debito piuttosto che con una carta prepagata.

Quindi piuttosto che rispondere al dubbio se la carta prepagata è una carta di debito, dovresti riuscire a comprendere fino in fondo che cosa vada bene per te.

Devi considerare, se vuoi veramente sapere di più su una guida alla scelta fra l’uno e l’altro strumento di tipo finanziario, se in base alle tue esigenze può servire più una carta di credito, una carta di debito o una carta prepagata.

Esistono infatti delle differenze molto importanti, sulle quali occorre riflettere, fra la carta di credito e la carta di debito.

A differenza della prima, la seconda ti dà la possibilità di spendere soltanto l’importo presente nel tuo conto corrente.

La limitazione è che non puoi superare il saldo presente nel tuo conto.

Se da un lato questo può sembrare uno svantaggio, considera che in questo modo puoi facilmente gestire le tue spese, senza dover controllare costantemente i movimenti del tuo conto corrente.


Le 4 Migliori Carte di Credito della nostra Selezione


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here