Carte Prepagate: Tipologie Possibili, Costi, Vantaggi, Svantaggi e Opinioni!

0
136
carte di credito prepagate

Le carte prepagate, a differenza delle carte di credito e di quelle di debito, non necessariamente sono collegate ad un conto corrente.

Infatti, se vuoi utilizzare le carte di credito prepagate, per eseguire delle transazioni, prima devi ricaricare la carta ricaricabile.

Le carte prepagate con una ricarica specifica vanno rimpinguate, per poi essere disponibili ad essere utilizzate per i pagamenti.

Alcuni per esempio preferiscono utilizzare le carte prepagate gratis e, in genere, le carte ricaricabili per esempio per fare acquisti online.

Ritengono la carta prepagata più sicura, perché non c’è la possibilità di attingere al conto corrente.

Oggi sempre più persone sono alla ricerca di una soluzione ideale per gestire le proprie risorse finanziarie e le carte prepagate ricaricabili potrebbero proprio fare al caso loro.

Anche se in generale si parla di carte prepagate, dovresti sapere che ne esistono diverse tipologie.

Valutandole tutte opportunamente, puoi scegliere la migliore tra le carte prepagate di tuo interesse, quella che corrisponde alle tue esigenze in particolare.

Segui la nostra guida per farti un’idea più dettagliata e precisa!

Cosa sono

Come abbiamo già specificato, le carte prepagate non sono necessariamente collegate ad un conto corrente.

Per poter utilizzare le carte prepagate, devi ricaricarle prima di eseguire ogni operazione che comporta una transazione di denaro.

Sarai tu a decidere quale cifra ricaricare sulla carta, perché in effetti questi prodotti bancari si configurano come delle perfette carte prepagate ricaricabili disponibili alla ricarica di qualsiasi cifra ti serva.

È da dire che non esistono solo le carte prepagate bancarie, ma ci sono anche delle carte prepagate postali, che ti consentono di operare con lo stesso sistema.

Ti accorgerai che l’uso delle carte prepagate corrisponde a diversi vantaggi, che non possiamo fare a meno di sottolineare.

Tipologie di carte prepagate

Andiamo a vedere adesso quali sono i vari tipi di carte prepagate a cui è possibile fare ricorso.

Possiamo suddividere questi prodotti finanziari in due grandi categorie, ciascuna delle quali è pensata appositamente per soddisfare le esigenze degli utenti.

Carte Ricaricabili

La prima grande categoria di carte prepagate comprende quelle ricaricabili.

Esse devono essere ricaricate della cifra necessaria ad eseguire la transazione.

Quindi, se per esempio dei fare degli acquisti online, devi ricaricarle della cifra che ti serve.

Carte Usa e Getta

La seconda grande categoria invece comprende le carte usa e getta.

Sono delle carte da utilizzare fino al loro esaurimento.

Finita la loro ricarica, non sono più valide.

Possono essere considerate anche delle carte prepagate anonime, perché in effetti non richiedono nemmeno la registrazione di colui che le detiene.

Ci sono comunque anche altri tipi di carte di questo genere, se andiamo nello specifico.

Basti pensare per esempio in questo senso, tra le carte prepagate senza CC, alle carte prepagate con IBAN.

Sono molto comode, perché, anche se non hanno un conto corrente collegato, possono permettere di ricevere pagamenti, anche di ricevere l’accredito dello stipendio.

Permettono di fare transazioni in uscita e sono molto usate per la loro grande versatilità e flessibilità.

Varie banche ormai si sono adattate a mettere a disposizione dei clienti carte di questo genere.

Per fare alcuni esempi, possiamo citare per esempio BPER carte prepagate o MPS carte prepagate oppure prodotti finanziari come MPS Spider con saldo delle carte prepagate consultabile anche online.

Le carte prepagate sono molto richieste dagli utenti e per questo ormai ogni istituto di credito ha creato dei prodotti di questo genere per rispondere anche agli utenti più esigenti che sarebbero disposti più ad attivare una carta prepagata piuttosto che ricorrere ad una tradizionale carta di credito con conto corrente associato.

I motivi per cui gli utenti fanno spesso questa scelta consistono nel fatto che ritengono che ci siano costi minori da sostenere e per il fatto che con le carte prepagate si sentono senza troppi vincoli nei confronti della banca che le ha emesse.

Vantaggi

Quali sono tutti i vantaggi legati all’uso delle carte prepagate?

Alcuni li abbiamo già enumerati, parlando del fatto che gli utenti che le usano non si sentono legati da troppi vincoli nei confronti delle banche.

Inoltre abbiamo anche già detto che, con l’uso delle carte prepagate, i soldi nel conto corrente non vengono toccati.

Sono degli strumenti economici molto flessibili, dai costi contenuti e col loro uso, in caso di furto o di truffe, i danni possono essere ridotti.

Ecco perché per esempio molti li usano per gli acquisti online, proprio per non esporre a molti pericoli il loro conto in banca.

Naturalmente questo discorso poteva valere più per qualche tempo fa, quando ancora non c’erano validi strumenti di sicurezza informatica.

Tuttavia anche oggi, in presenza di strumenti più sicuri, le carte prepagate continuano a riscuotere un certo interesse.

I principali fruitori di questi strumenti finanziari sono i giovani, che hanno una certa dimestichezza con prodotti così flessibili.

Sono sempre più utilizzate le carte con IBAN, dei cui vantaggi abbiamo già discusso, perché le carte prepagate con IBAN mettono a disposizione un numero che consente di inviare pagamenti o di ricevere accrediti anche a carattere periodico.

La gestione del denaro può beneficiare di una migliore agilità, senza troppe perdite di tempo.

Svantaggi

Le carte prepagate comunque hanno anche degli svantaggi che vale la pena sottolineare, in modo che tu possa valutare con attenzione se ti conviene scegliere questo prodotto e in modo che possa scegliere più consapevolmente.

Per esempio c’è da dire che il capitale versato non è soggetto alla maturazione di interessi.

In caso di furto non è possibile nemmeno recuperare il denaro che in quel dato momento era presente sulla carta, a meno che tu non abbia stipulato una particolare assicurazione.

Quello che poteva essere un vantaggio si può tramutare in uno svantaggio, considerando che le transazioni che puoi effettuare sono limitate soltanto alla cifra che decidi di ricaricare.

Con la carta di credito tradizionale puoi concordare un margine con la banca, per andare anche sotto il saldo ed eventualmente recuperare il debito in un tempo prestabilito, tutto in una volta oppure rateizzando i pagamenti.

Tutto ciò non è possibile farlo con la carta prepagata.

È da dire anche che bisogna considerare i costi, soprattutto le commissioni che la banca applica sulle operazioni.

Di solito i costi sono applicati soprattutto sulle ricariche.

Quindi, se usi la carta prepagata per continue transazioni, alla lunga il costo sulle ricariche potrebbe incidere notevolmente sui tuoi risparmi.

Costi

Abbiamo parlato di costi, ma andiamo a vedere nello specifico di che cosa si tratta.

Infatti i costi delle carte prepagate possono essere molto variabili, perché cambiano gli importi e i tipi di commissione a seconda della banca di riferimento.

È chiaro che, se vuoi risparmiare, puoi rivolgerti anche ad un altro istituto di credito diverso rispetto a quello con cui aperto un conto corrente.

Ci sono da sostenere comunque dei costi di apertura e i costi relativi ad ogni singola transazione.

Non tutte le carte comunque hanno dei costi di apertura, infatti alcune sono molto convenienti da questo punto di vista.

Non in tutte le situazioni, ma in alcune, può essere richiesto un importo mensile da pagare, per avere a disposizione anche dei particolari servizi collegati alla carta.

Ci sono da pagare delle commissioni sulle singole operazioni di ricarica e, come abbiamo già specificato, questo prezzo può anche pesare nella gestione delle spese.

Opinioni

Considerando anche il fatto che i costi possono aumentare, perché legati alle commissioni di ricarica, conviene allora così tanto scegliere di attivare una carta prepagata?

È un dato di fatto che molti utenti ormai si rivolgono a soluzioni di questo genere, considerandole piuttosto vantaggiose.

Le opinioni nei confronti di questi prodotti finanziari sono molto positive.

Lo si può vedere anche guardando le recensioni che vari utenti lasciano in giro per la rete, parlando di quanto sia conveniente utilizzare le carte prepagate ricaricabili.

In effetti, se facciamo il confronto fra i costi comportati da un conto corrente e le spese legate alla carta ricaricabile, non ci sono paragoni che reggono.

Spesso, anche nell’attivazione di un conto corrente, le banche propongono delle offerte promozionali che valgono però soltanto per i primi mesi.

Dopo invece le spese aumentano e si è costretti a pagare anche un canone mensile, che può essere anche piuttosto ingente.

Invece con la carta prepagata hai maggiore autonomia da questo punto di vista.

Basta soltanto che tu sia consapevole delle operazioni che ti occorrono nel corso del mese e puoi gestire meglio le tue spese che riguardano i costi di ricarica.

In generale, con la carta prepagata paghi soltanto per le operazioni realmente effettuate.

Molti ritengono che l’utilizzo di una carta di questo genere sia molto utile anche per fissare un tetto mensile di spesa o periodico, oltre il quale non si deve andare.

Quindi tutto ciò consentirebbe di attivare un maggiore controllo sulle spese sostenute ed eviterebbe di effettuare delle spese ingiustificate o che siano al di sopra delle proprie possibilità economiche.

Non a caso spesso le carte prepagate vengono date anche ai ragazzi, come se fossero una sorta di paghetta ricaricabile in moneta da spendere e allo stesso tempo per responsabilizzarli all’uso del denaro.

Uno strumento molto valido da questo punto di vista per chi per le prime volte si trova a dover gestire delle spese personali anche piccole.

TUTTE LE GUIDE LE TROVI QUI!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here